Sovraottimizzazione del sito web: attenzione

Ottimizzare un sito per i motori di ricerca è una delle operazioni principali per avere un buon  posizionamento.

Importante quindi che il vostro sito abbia un codice pulito, dei titoli pertinenti e scelti con cura, una discreta keywords density, ecc.

Chi gestisce un B&B ha a disposizione (a differenza delle strutture alberghiere) un budget ridotto e spesso quindi è costretto a provvedere in modo personale e da autodidatta alla ottimizzazione del proprio sito web.
Ovviamente ben venga, del resto “volere è potere”.
Non dimenticare però che l’ottimizzazione se fatta in maniera sbagliata può portare a pesantissime conseguenze (penalizzazioni) all’interno delle SERP dei motori di ricerca.

Ecco perché in questo post voglio fornirti 3 consigli su come evitare una Sovraottimizzazione OnPage del tuo sito web.
Ovviamente non è un’elencazione esaustiva, ma i 3 problemi che passo ad illustrarti sono i 3 principali killer della tua visibilità sui motori di ricerca, quindi riserva qualche minuto alla lettura dei seguenti punti:

- Links Interni Sovraottimizzati: spesso i siti web presentano molti link interni (magari verso una stessa pagina nel footer) e sovente con anchor text contenenti sempre una keyword simile. Ovviamente questo sa di artificioso e può portare a forti penalizzazioni. Cerca quindi di realizzare una sidebar realmente pensata per l’utente e organizzata nel modo giusto.

- Contenuti non pensati per l’utente: creare contenuti automaticamente o troppo ottimizzati vuol dire in sintesi disporre di contenuti non creati per l’utente, quindi non utili e soprattutto mal visti dai motori di ricerca.

- Keyword Stuffing: questo discorso vale sia per il titolo che per il corpo della pagina. Ripetere più volte ed in maniera illogica la parola per la quale si desidera ottenere un buon posizionamento nei motori di ricerca può portare senz’altro ad una penalizzazione da parte di Google.

Conclusione: se ritenete che il vostro sito sia stato penalizzato dai motori di ricerca, iniziate e vedere se sono presenti questi 3 problemi all’interno delle vostre pagine web e ponetevi subito rimedio.

Trackbacks

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *