scelta booking engine
Condividi questo contenuto se lo ritieni interessante!
Booking Engine per hotel, casa vacanza o Bed and Breakfast. Quali caratteristiche deve avere?

Scelta Booking Engine: non è cosi difficile!

Scelta booking engine: quali sono le caratteristiche vincenti di un buon booking engine?

Sembrerà forse superfluo affermarlo, ma il primo modo per far sì che qualcuno possa prenotare direttamente dal sito web ufficiale di una struttura ricettiva, al fine di ricevere prenotazioni dirette, è avere anzitutto un buon booking engine.

Il Booking Engine è infatti, assieme al sito web l’asset principale per disintermediare.

Non è solo uno strumento, un tool o un applicativo e, purtroppo, spesso alla sua scelta non viene data la giusta importanza.

video corso disintermediando 2

Si opta per un modello o un altro di booking engine perché è stato consigliato dal collega o perché viene fatto un forte sconto per il primo anno.

E siccome spesso nelle nostre consulenze analizziamo siti che web che seppur ben fatti non convertono o non convertono abbastanza e ci rendiamo conto che le criticità a volte sono da ricercarsi proprio nel booking engine, ovvero l’ultimo step che separa il potenziale cliente dalla prenotazione, vorrei indicarti quali sono le caratteristiche di un booking engine che funziona a dovere. Ecco perché ho deciso di scrivere questo articolo ed aiutarti nella scelta booking engine.

Per onestà voglio anche dirti che se è vero che a volte il problema è il booking engine scelto, sia perché non funziona bene o, piuttosto, perché non adatto a quella tipologia di struttura, è anche vero che altre volte non è colpa del booking engine ma di come esso viene configurato dall’host o dall’albergatore.

Permettimi di spiegare velocissimamente, per chi si sta ora approcciando all’argomento, cosa è un booking engine?

Il booking engine è un software che consente agli utenti che si collegano al sito web di una struttura ricettiva, di consultare in tempo reale la disponibilità delle camere o degli appartamenti e di prenotare in maniera autonoma il proprio soggiorno, fornendo solitamente i dati della propria carta di credito, solitamente a garanzia.

Ok, posso ora procedere in maniera più sostanziale cosi da aiutarti nella scelta del booking engine.

Quali sono le caratteristiche fondamentali che deve avere un booking engine?

Anzitutto che offra un’ottima esperienza ed usabilità

Facile, intuitivo, veloce, stabile: pochi fronzoli, schermate chiare, pochi passaggi, caricamenti veloci per una migliore navigazione dell’utente, e stabilità del server.
L’esperienza dell’utente nel sito ufficiale del tuo hotel o della tua casa vacanze e in quello del booking engine deve essere semplice e piacevole.

Channel Manager integrato

Il channel manager è un’altra funzione utilissima che consente di aggiornare comodamente dal solo pannello di controllo del booking engine, sia la disponibilità sul sito ufficiale della struttura che sulle OTA in cui la struttura è presente.
Ovviamente dovrà esserci un’ottima integrazione tra questi 2 strumenti.

Il booking engine deve poi essere ben integrato nel sito web ufficiale

Il booking engine deve poter essere integrato facilmente, con un apposito box di ricerca, all’interno di ogni pagina del sito web della tua struttura. Quindi non solo nella pagina relativa alla prenotazione, ma in ogni singola pagina, e non con un semplice pulsante ma piuttosto come form di ricerca in cui sarà possibile selezionare date e numero di persone, bambini compresi.

Perfetta compatibilità con i dispositivi mobili

Le prenotazioni da dispositivi mobili sono cresciute enormemente negli ultimi anni e continueranno a crescere.

Il booking engine che sceglierai dovrà essere perfettamente ottimizzato per dispositivi mobili. Ve ne sono alcuni ad esempio che sono customizzabili, cioè personalizzabili in base al dispositivo utilizzato. Perché se il processo di prenotazione deve essere semplice e breve, quello mediante dispositivi mobile deve esserlo ancora di più.

Funzionalità che deve avere un buon booking engine

Ci sono poi delle ulteriori funzionalità che non tutti I booking engine hanno ma che ti consiglio di fare in modo che il tuo le abbia.

Date alternative

Assicurati un sistema di booking engine che, se interrogato su date nelle quali sei al completo, restituisca date alternative all’ospite.
Anche in questo caso dobbiamo imparare dalle OTA.
Expedia ad esempio quando non ha disponibilità chiede al viaggiatore se le sue date sono flessibili e Booking mostra date alternative.

Valuta intelligente

Il booking engine deve permettere all’utente di visualizzare le tariffe e i costi nella propria valuta: solo così il potenziale ospite potrà essere certo dell’ammontare di una tariffa.
E’ frustrante vedere i risultati in una valuta diversa dalla propria. Spesso la valuta cambia da una pagina ad un’altra per problemi tecnici, oppure non è  facilmente identificabile il pulsante per cambiarla.

Integrazione di servizi aggiuntivi

La maggior parte dei viaggiatori apprezza quando, durante la prenotazione, gli vengono mostrati dei servizi aggiuntivi da poter scegliere ed acquistare.
Il viaggio oggi comincia online, molto prima del check-in: perché non offrire agli ospiti la possibilità di scegliere fin da subito dei servizi aggiuntivi per vivere una esperienza migliore? Se, come spero, fornirai loro dei servizi aggiuntivi come il transfer a pagamento o l’auto a noleggio, oppure regali, come i fiori freschi o una bottiglia di spumante per arricchire il soggiorno, dovrai poterli aggiungere con facilità nel booking engine.

In conclusione: conosco molte strutture che, nonostante abbiano una buona visibilità sul web, non ottengono il giusto numero di prenotazioni, a causa di un booking engine poco performante, il quale alla fine pregiudica un’intera campagna di marketing.

E ti ricordo anche che un buon booking engine riduce il rischio di overbooking e ti permette di gestire in modo più efficiente le prenotazioni, migliorando le tue procedure e ottimizzando il tempo dedicato alla gestione delle prenotazioni. Inoltre, puoi utilizzare i dati degli ospiti, raccolti tramite il booking engine, per creare offerte personalizzate e programmi fedeltà, incentivando così la fidelizzazione dei clienti e aumentando il ritorno degli ospiti.

Quello che bisogna comprendere allora è che non importa il numero di visitatori che arrivano sul sito della tua struttura, ma quanti di questi poi effettivamente prenotano!

Ti consiglio anche questa lettura dedicato ai settaggi giusti da inserire nel booking engine.

consulenza marketing turistico 3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *