newsletter per hotel

L’email marketing è uno strumento fantastico che permette di acquisire nuovi clienti e fidelizzare quelli “vecchi” e per tale ragione, ovvero considerando l’importanza di questa strategia di marketing, ho deciso di darti indicazioni pratiche su come realizzare una newsletter per hotel o casa vacanze.

In ambito turistico poi le newsletter per hotel o case vacanze sono uno strumento fondamentale per riuscire a costruire un rapporto solido con gli ospiti, ma perché funzionino al meglio occorre rispettare alcune regole.

Attraverso la lettura di questo articolo, dedicato alla newsletter per hotel, in cinque passaggi ti farò meglio comprendere come creare una newsletter per la tua casa vacanze, bed and breakfast o hotel, in grado di aiutarti con le vendite.

Primo passo: crea il tuo elenco di contatti (lista)

Questo passaggio può richiedere molto tempo, a seconda di quanto bene tu abbia gestito i dati degli ospiti in passato, ma ne varrà la pena. Potrebbe essere meglio concentrarsi sulle persone che hanno inviato richieste negli ultimi 12 mesi, non solo per mantenere il volume dei dati più gestibile, ma perché chiunque abbia inviato una richiesta più di un anno fa è probabilmente un contatto freddo, difficile da convertire, perché quasi sicuramente non si ricorda più di te.

Per creare il tuo elenco, utilizza un foglio di calcolo per inserire le seguenti 3 colonne di dati:

  • Nome
  • Cognome
  • Indirizzo e-mail

Ti consiglio anche di creare una quarta colonna over classificare il motivo del soggiorno o della richiesta. Potresti anche inserire il mese o qualsiasi altra informazione importante per poter implementare una strategia di e mail marketing per hotel più mirata.

Devi dunque rileggere le e-mail di richiesta precedenti e registrare le informazioni un foglio excel. Ed oltre ad effettuare questa procedura per le richieste precedentemente ricevute dovrai ovviamente farlo anche per chi ha già soggiornato presso la tua struttura.

Secondo passo: decidi lo scopo della tua newsletter

Non puoi inviare una newsletter esclusivamente con la motivazione di vendere ai tuoi contatti. Farlo è infatti un ottimo metodo per essere contrassegnati come spam.

Pensa piuttosto a quale dovrebbe essere lo scopo principale della tua newsletter – cosa troverebbe utile il tuo pubblico – e lascia che sia questo scopo a divenire il comune denominatore dei tuoi contenuti.

Potresti ad esempio avere lo scopo di tenere le persone informate sui principali eventi che si svolgono nella tua località ogni mese. Oppure, potresti ancora, fare in modo che lo scopo della tua newsletter sia quello di fornire consigli di viaggio per le famiglie o le migliori cose da vedere e da fare durante la bassa stagione nella tua zona.

In questa fase di pianificazione devi procedere secondo questi due importanti principi:

  • Identifica contenuti di cui i tuoi lettori hanno realmente bisogno,
  • Indica in maniera discreta e velata la tua struttura come la soluzione naturale al loro bisogno.

Terzo passo: raccogli e crea contenuti per la tua newsletter

Ora che sai qual è lo scopo della tua newsletter, è il momento di creare contenuti. 

Personalizza i tuoi contenuti principali attorno a quel tema. 

Ti faccio un esempio per farti meglio capire: se lo scopo che ha scelto è quello di far scoprire la tua destinazione in bassa stagione, dovresti allora includere nella tua newsletter:
– un articolo sulle attrazioni da non perdere durante i succitati mesi;
– un articolo su come viaggiare in bassa stagione possa aumentare la produttività;
– ed ovviamente offrire un buono per una fuga in bassa stagione antistress. 

Altre informazioni importanti che potresti evidenziare includono:

  • Nuovi servizi apportati alla tua struttura
  • Eventi e attività locali
  • Recensioni recenti
  • Un coupon o una promozione
  • Foto aggiornate della struttura
  • Il tuo sito web, indirizzo email e numero di telefono
  • Collegamenti a qualsiasi canale sociale come Facebook o Instagram

Quarto passo: creazione della tua newsletter per hotel

Oggi creare una newsletter è davvero semplice. Ti basterà registrarti ad uno dei tanti tool attualmente disponibili sul mercato, terminare la fase iniziale di configurazione, scegliere tra uno dei tanti template presenti e personalizzare la newsletter con i tuoi contenuti testuali e le tue immagini.

Evito di indicarti un tool in particolare per lasciarti libero/a di scegliere.
Prova a fare una semplice ricerca su Google con la chiave “tool per inviare newsletter” e inizia a confrontare tra le tante soluzioni presenti quello che più si adatta alle tue esigenze.

Quinto passo: rispondi a due domande prima di inviare

Prima di premere il pulsante “Invia”, ci sono alcune domande alle quali devi rispondere:

  • Con quale frequenza invierai la tua newsletter? 
    Puoi cadenzare la frequenza per settimana, ogni quindici giorni o una volta al mese.
    Non vi è una regola specifica: ti consiglio però di utilizzare costanza per questa procedura.
    Se deciderai cioè di inviare una newsletter ogni due settimane, ricorda poi di rispettare tale cadenza.
    Se vuoi puntare a un programma settimanale, bisettimanale o mensile, ottimo! Non c’è una risposta giusta. Assicurati solo di essere in grado di impegnarti. Puoi modificare il tuo programma una volta che inizi a ricevere anche feedback.

  • Quale dovrà essere l’oggetto della newsletter?
    Sebbene non esista un modo giusto o sbagliato per scrivere l’oggetto di un’e-mail, ci sono alcuni suggerimenti che puoi utilizzare per aumentare i tuoi attuali tassi di apertura.
    Personalmente ti consiglio di rendere le cose semplici e di suscitare curiosità nel lettore. L’oggetto avrà infatti un enorme impatto sul successo della tua strategia di email marketing. 

Bene, direi che ci sei, puoi ora inviare!

Ti ricordo che implementando efficaci strategie di email marketing ed utilizzando i tool giusti puoi davvero incrementare le prenotazioni della tua struttura e costruire un dialogo con i tuoi ospiti.

Secondo la Direct Marketing Association, ogni euro speso per l’email marketing offre un ritorno di 44 euro.
Vuoi mica lasciare questi soldi nel piatto?

il Video Corso Disintermediando

Tuo per sempre e sempre aggiornato

  • 8 ore di formazione pratica e senza fronzoli.
  • 70 video video lezioni di strategie concrete. In questo modo potrai tornare quante volte vuoi su uno specifico argomento per approfondirlo al meglio.
  • Cassetta degli attrezzi contenente template, fogli di lavoro, template e documenti riservati.
  • Accesso a vita alle video lezioni, ai files, alla cassetta degli attrezzi ed ai video.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *