Non è una novità che le donne influenzano, e non poco, le scelte di viaggio.
In ogni famiglia che si rispetti è infatti la donna, in definitiva, a scegliere la destinazione finale delle proprie vacanze e l’hotel specifico presso cui la famiglia pernotterà.
Il potere economico delle donne è aumentato molto negli ultimi anni e spesso esso è superiore a quello degli uomini: le donne hanno combattuto a lungo per essere incluse nei consigli di amministrazione aziendali di una società spesso maschilista ed è giusto che rivendichino una maggiore attenzione anche nel campo turistico.

Sono già tanti, negli ultimi anni, gli hotel e le strutture turistico ricettive che sempre più si sono adeguati ai gusti delle donne, che si sono attrezzati per offrire loro ciò che cercano coccolandone i desideri ed i bisogni.
Anche in Italia vi sono hotel “sensibili verso il pianeta femminile” che offrono riviste dedicate in camera o parrucchieri esperti.

La filosofia però di intercettare e soddisfare i bisogni delle donne in viaggio è più diffusa nel mercato statunitense e nord europeo.Qualche esempio di hotel dedicato alle donne?

Il Premier Hotel in Times Square stava ricevendo dall’utenza femminile sempre più richieste in merito all’offerta di cucina dietetica e light.
La soluzione dell’hotel non è stata solo quella di ascoltare e soddisfare tale desiderio: il management del Premier Hotel si è spinto oltre.
Oltre alla cucina dietetica infatti è stato messo ad uso esclusivo delle donne un piano intero.
Ogni camera di tale piano ha tra i servizi: ferro da stiro professionale, sali da bagno, lime per le unghie, tappetini per yoga, kit di vanità, riviste femminili (come il Cosmopolitan); tutti ovviamente senza alcun costo aggiuntivo.
Non solo, la vasca delle camere dedicate alle donne è più grande di quella delle camere standard e vi è uno sgabello illuminato davanti al lavandino ove il gentil sesso può sedersi e pensare comodamente al proprio make up.

Altri esempi?

Il Dukes Hotel di Londra ha realizzato diverse iniziative per incentivare il target femminile: 19 camere dedicate solo a loro, tutte con fiori freschi, riviste femminili, pantofole confort, accappatoi profumati, e personale di sesso femminile.
Risultato? Le prenotazioni da parte delle donne hanno registrato un + 30% solo nei primi 2 mesi dal lancio dell’iniziativa.

E’ fondamentale quindi per gli hotel adeguarsi ai gusti del target femminile, intercettare i loro desideri e soddisfarli nel modo migliore.

Ma cosa vogliono le donne quando scelgono un hotel?

Beh, oltre ai servizi elencati nelle righe più su, consiglio di dedicare arredamenti specifici al target femminile: soprattutto se il tuo hotel è vocato anche od esclusivamente ad una clientela business (il 40% dei soggiorni business è prenotato da donne).

La cucina è un aspetto fondamentale da curare: importante offrire cibi sani ed a basso contenuto calorico.
Non solo, o meglio non basta: cerca di inserire le informazioni nutrizionali nel menù e di comunicare tale prerogativa già nella home page del sito web.

Anche la palestra (qualora l’hotel sia dotato di palestra) deve essere dotata di attrezzi per cardio fitness, pesi liberi, attrezzature per pilates, stuoie per yoga, tapis roulant.

Parliamo di cambiamenti “piccoli” ma che possono risultare “enormi”, come quello di fornire nelle camere asciugacapelli a velocità variabile.

In definitiva dunque ricorda sempre, quando pensi alle tue strategie di marketing, di indossare gli “occhiali rosa”!

Se la tua struttura ricettiva offre servizi dedicati alle donne o se ritieni ne abbia dimenticato qualcuno, sentiti libero di commentare l’articolo e fammi sapere cosa ne pensi….