Sarò breve, peraltro è lunedì e di annoiarti non mi va proprio.

Un paio di settimane ero a Frascati ad un pranzo di lavoro con l’amico Davide (gestore del B&B Casale Tuscolano).

Per fortuna la sala, seppur quasi piena, era molto silenziosa e riuscivo quindi ad unire l’utile (parlare appunto di lavoro) al dilettevole (come l’abbacchio alla scottadito) in maniera pressoché perfetta.

Avevamo quasi terminato e mentre attendevo il dolce ho scoperto che  il ristorante “Al Tettuccio” (questo è il suo nome) ha un modo molto particolare e speciale di portare i dessert ai tavoli dei clienti.
La cuoca infatti, donna davvero simpaticissima, arriva al tuo tavolo danzando a ritmo di musica in maniera davvero originale !

Guarda stesso tu:

Morale della favola?
Molto semplice, la differenziazione del prodotto/servizio oggi è più che mai una questione di sopravvivenza per l’azienda al fine di risultare vincenti. Lo scenario dei consumi peraltro sta subendo una vera e propria rivoluzione ed il consumatore ha oramai sviluppato un atteggiamento critico verso tutto ciò che è da lui considerato superfluo.

Il marketing si sta trasformando in un’attività “mentale”: le strategie usate a favore del prodotto perdono di efficacia rispetto a quelle usate sulla mente del consumatore.

In quest’ultimo caso infatti il “posizionamento in comunicazione” agisce non sulle classiche leve del marketing ma su sentori diversi, come nel caso del video sopra esposto le EMOZIONI.

Ti consiglio quindi di cercare sempre la strada migliore per differenziarti.
Ovviamente dovrai essere “smart”, astuto, coraggioso e paziente; sono però sicuro che i risultati arriveranno presto!