• Sei pronto a mettere il turbo al tuo sito web?

    Se stai provando a migliorare la tua presenza on line, a destagionalizzare, ad aumentare le visite e contestualmente le conversioni del tuo sito web, allora sei realmente nel posto giusto.

     I miei skills sono incentrati specificamente nel settore del marketing turistico e dal 2003 fornisco le mie competenze ad hotel e strutture ricettive in Italia ed Europa. Tutte le strategie adottate hanno come obiettivo quello di fornire la massima occupazione ai miei clienti.

    Contattami pure con fiducia ...

  • Necessiti di un Sito Web per la tua struttura turistica ?

    In questo blog presento anche i mei ultimi lavori per il settore turistico (hotel, bed and breakfast, strutture di charme ed agriturismi): si tratta di siti internet e portali web non solo seducenti e "capaci di attirare l'attenzione" ma anche ottimizzati per un efficace posizionamento sui motori di ricerca.

    Se anche tu poi desideri una presenza migliore sul web parliamone e scopri come posso aiutarti !

  • Internet non fa miracoli, ma nelle GIUSTE MANI può essere MIRACOLOSO

    Posso aiutarti a:

    - Posizionare al meglio il sito web dell’hotel sui motori di ricerca;

    - Destagionalizzare al meglio la tua offerta turistica;

    - Attrarre visitatori provenienti da mercati turistici “alternativi”;

    - Aumentare le prenotazioni dirette del sito web. A tal proposito puoi contattarmi senza alcun impegno: sarò felice di illustrarti come posso aiutare anche te !

       

     

Autostart : ON

Prenotazioni dirette? Ecco come perderle con garanzia assoluta !

Ovvero lo stupidario del sito web di un hotel imperfetto …

In questo blog uno degli argomenti più affrontati è sicuramente quello della disintermediazione: sono veramente tantissimi gli articoli dedicati ad essa ed a come aumentare le prenotazioni dirette di un hotel o di un b&b.

Come l'hotel può perdere prenotazioni dirette

Nonostante tutto però, nonostante i tanti eventi dedicati periodicamente alle strategie di marketing turistico e nonostante all’alta qualità formativa dei tanti corsi a disposizione degli operatori turistici, nonostante tutto questo insomma, sovente mi ritrovo ad analizzare progetti web in ambito turistico che, mi venga fatto passare il termine, perdono acqua e prenotazioni da tutte le pagine !

Questo articolo è dedicato proprio a te dunque, caro gestore di struttura ricettiva che testardo nel destinare un (seppur piccolo) budget per migliorare il sito web (e aumentare le conversioni e dunque il fatturato), consapevole di aver completato l’ultimo restyling del sito web ufficiale nel 2005, appena hai un po’ di tempo, apri il tuo browser internet (quasi come se fosse il tuo prontuario turistico) e ricerchi disperatamente il prossimo guru e/o cappellaio magico del digital marketing che, in 30 giorni, possa moltiplicare (almeno per 5) le tue prenotazioni, ed ovviamente ed esclusivamente quelle dirette !

Ho qualcosa da dirti, ma mi raccomando non dirlo a nessuno, in quanto in Italia pochi lo sanno …
Devi sapere che ci sono 5 errori che puntualmente e sistematicamente fanno perdere prenotazioni (dirette) al sito web di un hotel: Leggi tutto l’articolo

Local Seo & Business Local: come migliorare la visibilità on line per Hotel e B&B

Negli ultimi tempi, grazie anche all’uso intenso delle applicazioni web presenti sui dispositivi mobile, sempre più ricerche tramite Google vengono effettuate per trovare attività commerciali (hotel, b&b, ristoranti) in una specifica zona.

E’ ovvio dunque che è sempre più importante apparire ai primi posti sui motori di ricerca anche quando vengono effettuate ricerche di tale tipologia (ricerche geolocalizzate) ed affinché questo accada è necessario attuare strategie di posizionamento sui motori di ricerca in chiave Local SEO.

Essere primi sui motori di ricerca - Guida SEO

In questo articolo ti indico una serie di suggerimenti che hanno proprio l’obiettivo di incrementare la visibilità sui motori di ricerca in un’ottica Local:

#1 Rivendica la tua pagina su Google Place

Prova a ricercare su Google il nome della tua attività per vedere se essa è già stata catalogata tra i risultati. Se, come nell’esempio in basso, sulla destra trovi listata la tua attività, clicca sul link in basso “Sei il proprietario dell’attività commerciale?”.

google place

Ti sarà poi richiesto di loggarti con il tuo account Google e di verificare che sei realmente il proprietario dell’attività commerciale che intendi rivendicare. Il processo di verifica avviene tramite una telefonata automatica al numero aziendale che è inserito nella scheda Google o mediante l’invio di una cartolina postale contenente un codice e che sarà spedita all’indirizzo aziendale.

Se non hai un account Google puoi crearne uno da questa pagina.

Se invece non riesci a trovare la tua attività commerciale su Google puoi iniziare a crearne una da questa pagina, cliccando su “Inizia gratuitamente”.

Non appena rivendicherai la tua scheda ti consiglio di spendere un po’ di tempo per inserire tutte le informazioni in maniera precisa e dettagliata. Non dimenticare di aggiungere le foto più belle e rappresentative della tua struttura, un video, gli orari ed i giorni di chiusura (specialmente se hai un ristorante), l’indirizzo esatto, i numeri telefonici ed i riferimenti al sito web.

#2 Rivendica o Inserisci la tua attività anche in altre Directory Local

E’ fondamentale continuare con l’inserimento della tua attività su ulteriori directory, ovviamente di buona importanza. In tal modo aiuterai i motori di ricerca ad avere informazioni più precise e certe relativamente al tuo business.

Tra le varie directory ti consiglio Yelp, TripAdvisor e HotFrog.

Tempo fa ho scritto una guida su come migliorare la propria reputabilità e presenza con Yelp. Puoi scaricarla da questa pagina.

Leggi tutto l’articolo

Pinterest: strategie e consigli per utilizzarlo per la SEO (parte seconda)

Continuo con lo scrivere di suggerimenti e strategie per ricevere più visite sul sito web ufficiale, provenienti dai motori di ricerca e con l’ausilio di Pinterest.

Logo Pinterest

Nel precedente articolo dedicato al connubio SEO e Pinterest ti ho indicato come ottimizzare il profilo Pinterest ed i segnali sociali, come costruire boards mirate (inserendo contenuti “freschi”) ed ottimizzare le immagini su Pinterest.

Proseguo dunque con ulteriori consigli su come migliorare la SEO proprio via Pinterest:

#1 Inserisci la tua località

I risultati locali (local search) stanno divenendo sempre più importanti e chi ha un’attività locale (ovvero ubicata in uno specifico luogo) può davvero trarre innumerevoli vantaggi dalla local search.
Ti consiglio pertanto di inserire anzitutto la tua località accanto al tuo profilo in Pinterest ma, soprattutto, di costruire delle boards dedicate proprio alle attrazioni, agli eventi, ai monumenti ed alla storia della tua località.
Segui anche persone ed aziende che sono ubicate nella tua stessa località.

In tal modo, oltre a ricevere più pertinenza nella tua specifica area e ad aumentare le tue connessioni, sarà possibile ricevere più visite da chi è in prossimità della tua località.

#2 Verifica la tua Pagina in Pinterest

Su Pinterest è possibile settare il processo di verificazione della pagina, grazie al quale gli utenti possono certificare di essere i proprietari di una specifica pagina (legata ad uno specifico brand).
Completando questa procedura, l’intero URL del sito web verrà mostrato sia nel profilo della pagina business che nei risultati di ricerca con un “simbolo verificato” di fianco.
Questa opzione è un segno di riconoscimento della presenza della pagina di un brand ufficiale ed in tal modo gli utenti vengono incoraggiati a cliccare sul sito web.

Il processo di verificazione di un sito web è veramente facilissimo (dovrai semplicemente inserire un file HTML nella root del sito web o aggiungere uno specifico meta tag di Pinterest all’interno della home del tuo sito web).

3# Keywords & Hasthtags corretti

Pinterest permette di utilizzare 500 caratteri per descrivere ogni pin; accade però che l’area dedicata alle descrizioni non è mai utilizzata (o utilizzata per non più di 60 caratteri): non limitarti a inserire una semplice frase all’interno del tuo pin.

Usa invece più parole chiave (ovviamente pertinenti alla ricerca) ed inserisci anche gli hasthtags corretti che sicuramente ti aiuteranno ad avere una visibilità maggiore all’interno di Pinterest e dunque anche a livello SEO in generale.

Leggi tutto l’articolo

Pinterest: strategie e consigli per utilizzarlo per la SEO (parte prima)

Pinterest è uno dei social network con il più alto tasso di crescita, soprattutto negli ultimi sei mesi (attualmente è infatti utilizzato da circa 75 milioni di utenti al mese). Se non conosci ancora di preciso cosa è ti consiglio di leggere questo articolo su cosa è Pinterest.

Peraltro ho già scritto (in quest’altro post) che con Pinterest è possibile fare Link building e Viral Marketing, realizzare ricerche di marketing, creare una forte brand image, diffondere la cultura del tuo hotel e restare in contatto con i tuoi ospiti.

Sapevi che è possibile utilizzare Pinterest anche per la SEO (Search Engine Optimization = Ottimizzazione Motori di Ricerca) ?

Pinterest e SEO

Pinterest e SEO

Eh si, proprio così: utilizzando le giuste keywords ed applicando alcune strategie specificatamente mirate alla SEO, Pinterest può aiutarti a migliorare il rank del tuo sito web sui motori di ricerca e a portare traffico più qualificato al tuo sito web.

Di converso un traffico maggiormente qualificato corrisponde ad un maggior numero di clienti e dunque ad un più alto fatturato per il tuo hotel o bed and breakfast.

Direi dunque che la necessità di portare più traffico al tuo sito web mediante Pinterest debba essere una priorità, non trovi ?

Ecco dunque alcuni suggerimenti su come migliorare la SEO proprio via Pinterest:

#1 Ottimizza il tuo Profilo

Proprio come accade anche per altri Social Network, vi sono alcune sezioni della tua pagina Pinterest che sono molto importanti ai fini SEO. Fondamentali risultano essere l’username utilizzato e la sezione dedicata alla descrizione del profilo.

Username: utilizza il tuo brand name e, se occupato, utilizza la key maggiormente competitiva.

Profilo: dovrai raccontare chi è la tua azienda e cosa fa, in circa 200 caratteri, includendo le principali keywords ed infine, per un criterio di coerenza, sarebbe preferibile utilizzare una descrizione simile (ma non uguale) a quella presente su altri Social Network.

#2 Ottimizza i Segnali Sociali

Intendiamoci prima su cosa sono i “Segnali Sociali”: se clicchi sui pulsanti Like, Tweet, Share, Pin it, posti alla sinistra di questo articolo, stai inviando dei “Segnali Sociali”.

Google tiene molto in considerazione ed in maniera ovviamente positiva tali segnali: ovviamente un sito web o un blog più menzioni sociali riceverà, più alto sarà il ranking che riceverà ai fini SEO.

Nel processo di ottimizzazione, oltre a fare in modo che il tuo sito web abbia in OGNI SINGOLA PAGINA i pulsanti di condivisione sociale attivati, dovrai anche fare attenzione ad integrare all’interno del tuo account Pinterest gli altri profili dei social network dedicati al tuo hotel (Facebook e Twitter): dovrai aggiungere i link di tali profili dalla specifica sezione del profilo in Pinterest.

Leggi tutto l’articolo

Come aumentare il traffico diretto del sito web dell’hotel

All’interno delle varie strategie di web marketing che devono essere utilizzate in campo turistico per avere la massima occupazione ed il più alto ROI per il proprio hotel, quelle utilizzate per aumentare il traffico diretto del sito web, rivestono fondamentale importanza.

Aumentare le visite dirette al sito web dell'hotel

 

Avere un sito web “macina visite” e “macina prenotazioni” equivale ad avere il pieno controllo della tua occupazione e dei relativi margini. Al contrario, se hai camere e location fantastiche ma non hai abbastanza traffico, avrai molte difficoltà nel riempire la tua struttura.

Come fare dunque per avere più traffico diretto proveniente dal sito web?

Ecco alcune semplici e veloci strategie:

Prezzo più basso “reale” e garantito

Avere il prezzo più basso sul sito web ufficiale è fondamentale, importantissimo, ciò nonostante spesso trovo tariffe più basse (o offerte speciali) su “canali esterni”, come le OTA e prezzi più alti sul sito web dell’hotel. A volte ho provato a telefonare tali strutture chiedendo se era possibile prenotare dal sito web ovviamente con la tariffa più bassa vista sulla OTA di turno: spesso mi è stato risposto che non era possibile ma che potevo tranquillamente prenotare ove avevo trovato l’offerta !

Il sito web ufficiale deve riportare SEMPRE il prezzo più basso garantito e disponibile sul web. Se poi su una OTA offri un pacchetto particolare, devi offrirlo anche sul tuo sito web ufficiale. Non solo, devi ovviamente incentivare le visite e le prenotazioni provenienti dal sito web: sarà dunque importante offrire offerte speciali per chi prenota dal sito web (rispettando la parity rate). Come? Semplice. Se sui portali la camera doppia con vista giardino costa 80 euro, puoi proporre nel tuo booking engine la stessa tariffa ma per una camera doppia con vista mare. Oppure, se in febbraio il prezzo delle tue camere sulle OTA è di euro 100,00 per notte, potresti studiare un pacchetto di 3 notti a 125 euro a notte (dunque 375 euro in totale) ma che includa un ticket di 150 euro da spendere presso il ristorante e due ingressi di un ora presso la spa. Ovviamente, chi ha la possibilità di rimanere tre notti, sceglierà molto probabilmente, l’offerta presente sul sito web ufficiale.

Attua le giuste strategie di dynamic pricing

Senza scendere troppo nei particolari, il dynamic pricing è una procedura che consente di aggiustare rapidamente il prezzo di un servizio (in questo caso la camera) o di un prodotto, a seconda del mercato. Ciò  non significa semplicemente abbassare il prezzo della camera in bassa stagione ed alzarlo durante l’alta. Significa piuttosto cambiare il prezzo in funzione di specifici eventi o fattori, uno di questi è quello di creare offerte speciali per i clienti già acquisiti che prenotano attraverso il  booking engine. In tal modo, attraverso tale strategia ad esempio, potrai aumentare la fedeltà dei tuoi clienti che, prenotando dal sito web ufficiale, concorreranno ad aumentare le visite dirette (e le prenotazioni) del tuo sito web.

Leggi tutto l’articolo

Pagina 1 di 4412345102030...Ultima »

Featuring Recent Posts WordPress Widget development by YD